FICUS CARICA (fico) – gemme


FICUS CARICA (fico) – gemme

Scorte disponibili

da 12,00
Prezzo comprensivo di IVA, più spedizione


Le gemme di Fico possiedono un tropismo elettivo per le mucose digestive dello stomaco e del duodeno e sono quindi indicate in tutti i problemi gastrici: gastriti, dispepsie, bruciori di stomaco; nell’ulcera duodenale facilita la cicatrizzazione della mucosa.

Agiscono sul sistema neurovegetativo e nelle turbe ad esso correlate, regolarizzano le turbe della motilità e della secrezione gastroduodenale.  Questo gemmoderivato presenta azione ansiolitica ed è importante usarlo tutte le volte che si rileva alla base del disturbo funzionale una netta componente nevrotica (stress, ansia): può essere infatti considerato il rimedio delle manifestazioni psicosomatiche ed inserito nel trattamento della bulimia, dell’obesità o del sovrappeso di origine psicosomatica, in quanto contribuisce a normalizzare la secrezione gastrica e a regolare l’appetito, diminuendo la componente ansiosa che spesso si associa a questo stato.

Proprietà:

-azione sull’asse cortico-diencefalico

-normalizzante la motilità e la secrezione gastro-duodenale

-azione antidistonica

-antispasmodico

-antiallergico

Indicazioni principali:

-manifestazioni psicosomatiche della sfera digestiva

-ulcera, gastrite

-turbe dispeptiche

-affezioni gastroduodenali (gastroduodenite, ulcera gastroduodenale)

-distonie neurovegetative

-allergia solare

-trauma cervicale (cefalea, vertigini, astenia)

-nevralgia del trigemino

-ansia e depressione

-nevrosi a impronta fobico-ossessiva

-sclerosi multipla (con Juglans regia e Tamarix gallica)

Prescrizione:

30-50 gocce 15 minuti prima di pranzo e cena nelle gastriti e nelle coliti. In caso di ulcera 70 gocce in una sola somministrazione al mattino per almeno 2 mesi, in seguito 50 gocce al mattino per 20 giorni al mese come terapia di mantenimento. Nell’ulcera gastro-duodenale è utile l’associazione di Alnus glutinosa 50-70 gocce una volta al giorno, e nei casi ribelli aggiungere Vaccinum vitis idaea dopo i pasti principali.

In individui particolarmente sensibili può verificarsi, nel corso delle prime assunzioni, una lieve manifestazione diarroica che scompare riducendo la dose del gemmoterapico oppure sospendendo la prescrizione che potrà essere ripresa dopo 3-5 giorni. 

Principali indicazioni cliniche:

Affezioni generali: Allergie solari (con Ribes nigrum), allergie mucosali ipoplasiche, anemia sideropenia, anoressia, bulimia, disturbi del comportamento alimentare, Ematomi post-traumatici (con Cornus sanguinea), sindromi post-traumatiche (cefalea, vertigini, astenia), astenia etc. (con Acer campestris), Sovraccarichi ponderali,

Affezioni iatrogene: danni e affezioni da inquinamento elettromagnetico

Apparato cardio-vascolare: esiti di ematomi intracranici post-traumatici, sindrome soggettiva del traumatizzato cranico: cefalee, sensazione di “testa vuota”, aritmie cardiache post-prandiali (con Crataegus ox), aterosclerosi, ematomi, trombofilia media

Apparato cutaneo: acne giovanile, acne pustolosa, allergia solare ed eritema solare (con Ribes nigrum), Verruche (con Vitis vinifera e Rosa canina), callosità (con Cedrus libani), dermatosi pustolose, favi, fenomeni necrotici cutanei, foruncolosi, Granuloma eosinofilo (con Tamarix gallica), Suppurazioni superficiali come ascessi, foruncoli, paterecci, sinusiti, di cui fuoriesce la suppurazione stimolando la agranulocitosi neutrofila

Apparato gastro-enterico: Turbe neurovegetative e psicosomatiche o di origine funzionale a livello del tratto gastro-duodeno-colico, turbe dispeptiche funzionali associate a meteorismo (con Vaccinum vitis idaea), aerofagia, aerocolia, gastroduodeniti e sintomi correlati (dispepsia, pirosi etc.), turbe della secrezione gastrica sia “ipo” che “iper”, gastrite cronica con anemia sideropenia, ulcera duodenale, ulcera gastroduodenale recidivante a lenta cicatrizzazione (azione cicatrizzante sulle mucose gastriche e duodenali, con Alnus glutinosa e Vaccinum myrtillus), disfagie esofagee ed ernie diaframmatiche da alterata motilità, coliti e sigmoiditi, borborigmi intestinali, colon irritabile, disbiosi intestinale (con Juglans regia), divezzamento da cimetidina, famotidina, ranitidina, inibitori della pompa protonica, emorragie del colon sigmoideo (con Corylus avellana), emicrania di origine digestiva, Disfagia esofagea con turbe della motilità per aclasia, esofagite da reflusso (con Robinia pseudoacacia), gonfiore addominale, manifestazioni psicosomatiche della sfera digestiva, Morbo di Crohn o ileite terminale (con Alnus glutinosa, Rubus fructicosus, Ribes n. e Vitis vinifera), Spasmofilia (con Abies pectinata e Tilia tomentosa), retto colite ulcerosa, sindrome dell’intestino permeabile, Vomito (con Citrus limonum)

Apparato oculare: blefariti, Calazio (con Platanus orientalis), cisti palpebrali, congiuntiviti, congiuntiviti granulomatose, orzaioli

Apparato respiratorio: allergie mucosali ipoplasiche, Granuloma eosinofilo (con Tamarix gallica), rinofaringiti dell’adulto, riniti ipoplasiche

Apparato scheletrico e osteo-articolare: cervicoatralgie da tensione muscolare, poliartrite dell’adolescente

Apparato uro-genitale: Amenorrea funzionale (con Rubus idaeus), oligospermia (con Quercus peduncolata amenti), oligoastenospermia dell’adulto (con Quercus peduncolata e Sequoia), sterilità maschile (con Betula pub. amenti, Quercus ped. e Sequoia), astenospermia e azospermia giovanile (con Quercus ped. gemme e Betula pub. amenti), sterilità femminile (con Salix alba amenti, Rubus idaeus e Viburnum lan.)

Sistema nervoso centrale: Regolatore dell’asse cortico-ipotalamico; disritmia depressione e neuroastenia (con Betula semi), nevrosi con spunti fobici-ossessivi, insonnia del nevrotico o da turbe neurovegetative (con Tilia tomentosa), nevralgia facciale (con Olea europea), assenze con perdita di coscienza (con Ilex aquifolium), affezioni psicosomatiche, angoscia (con Tilia), ansia (con Tilia),  anoressia nervosa (con Prunus spinosa), astenia nervosa, atassia locomotoria progressiva (con Juglans e Tamarix), bulimia nervosa, cefalee, cinetosi, dipendenze da sostanze voluttuarie e da farmaci, Crisi motorie, crisi di Bravais - Jackson (con Abies Viscum album), crisi sensitive-sensoriali che iniziano all’estremità di un arto che si limitano o che si estendono gradualmente, crisi sensoriali luminose elementari, allucinazioni sonore, olfattive e gustative o con vertigini, depressione, distimia, divezzamento da sonniferi, epilessia focale post-traumatica (con Viscum album), ematoma intracranico, ipocondria, neuroastenia (con Betula semi), nevrosi, paure, per riequilibrare l’asse diencefalico in caso di iperfagia e obesità di origine psicosomatica, Surmenage o stress con somatizzazione viscerale, sclerosi midollare e sclerosi a placche (con Juglans regia e Tamarix gallica), sindrome demielinizzante, sindrome delle gambe senza riposo, sindrome soggettiva del traumatizzato cranico, tabe (con Juglans e Tamarix), turbe emozionali, turbe neurovegetative, turbe psicosomatiche

Sistema nervoso periferico: nevralgia facciale (con Acer campestre e Olea europea), sciatica e ischialgie (con Acer campestre)

I clienti che hanno comprato questo prodotto hanno anche comprato

* Prezzi comprensivi di IVA più spedizione

Cerca anche queste categorie: Shop online, Home page